M. T. Greco | Rompiamo il silenzio | La violenza di genere

20,00
Quantità:
Prodotto aggiunto al carrello. Vai al carrello
È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto Vai al carrello

SKU 9788895377872
Spese di spedizione: gratis
Consegna prevista entro Lunedì 26/02

Il tema della violenza di genere argomentato con approccio interdisciplinare e attraverso strumenti di analisi propri della sociologia e dell’antropologia contemporanee: questo è il cuore pulsante del saggio Rompiamo il silenzio, un progetto editoriale in cui confluiscono gli studi e le iniziative portati avanti dall’autrice negli anni precedenti alla pubblicazione dell’opera. Prima che un libro sulla violenza di genere, infatti, Rompiamo il silenzio è stata ed è un’iniziativa nata online per offrire supporto e informazioni alle persone vittime di discriminazioni e pregiudizi di genere.

La trattazione invita all’acquisizione della consapevolezza che la violenza di genere sia una questione culturale e sistemica che, in quanto tale, interessa tutti gli individui a ogni livello della società. A tal fine, l’opera offre un excursus storico sulle tradizioni, i miti, gli stereotipi, le leggi e i retaggi culturali tramandati nei secoli, ponendo le basi metodologiche e conoscitive per affrontare la questione del genere sotto il profilo della coscienza e della memoria collettiva; l’approccio è fondamentale per imparare a considerare la discriminazione di genere come una piaga strutturale e non come la sommatoria di fenomeni isolati.

Il libro offre un’analisi completa e dettagliata sui costumi, le abitudini e le differenze che, ad oggi, rendono la violenza di genere e la discriminazione sessuale due problemi trasversali e che necessitano di nuovi strumenti - normativi, culturali e informativi - per raggiungere un loro definitvo superamento.

Rompiamo il silenzio è un saggio sulla consapevolezza di genere che permette di prendere coscienza sulle differenze reali, tangibili e discriminatorie che tutt’oggi esistono tra uomo e donna, ma il cui carattere di urgenza continua a non emergere quanto dovrebbe: un dato di fatto che si riflette drammaticamente anche nell’assegnazione e nella decodificazione dei ruoli sociali, in ambito famigliare e professionale.

Il libro affronta gli schemi mentali, le superstizioni e i preconcetti - e il modo in cui essi prendano forma nel linguaggio, sia nel mondo fisico che in quello virtuale - auspicando una decisiva assunzione di responsabilità da parte di tutti.

 



Maria Teresa Greco è nata ad Ascoli Piceno il 14 agosto 1996 ed è residente a Lecce. Nel 2018 ha conseguito la laurea in Sociologia del Crimine e della devianza presso l’Università del Salento. Ha completato il suo percorso accademico nel 2022, con la Ricerca sociale politiche della sicurezza e criminalità. Nel 2021 ha preso parte al Master in Criminologia, Criminalistica, Investigazione e Psicologia Giuridica presso l’Istituto di Pedagogia Familiare.

Fin dai suoi studi universitari, l’autrice si è avvicinata al tema della violenza di genere e, in occasione delle sue lauree triennale e specialistica, ha presentato tesi di studi dedicate, in particolare, alla violenza sessuale. 

Dai suoi studi nasce, nel 2020, il progetto Rompiamo il silenzio, un’iniziativa che utilizza gli strumenti della multicanalità e l’ibridazione dei sistemi online e offline per affrontare un’emergenza sociale e culturale che interessa, trasversalmente, tutti quanti.

Il percorso è poi confluito nell’omonimo libro Rompiamo il silenzio, che segna l’esordio letterario della Dottoressa Greco.